LA CITTA‘ D’ACCIAIO VI COLPIRA‘!!!

Una nuova sala da concerti? Ostrava la vuole alla Černá louka. Terza università più grande nel paese. La zona inferiore di Vítkovice presto darà il benvenuto al festival Colours. Il mondo della tecnica su di una superficie di 10 mila metri quadri . L‘annesso alla Casa dell’arte chiamata L’ombra bianca.  

Una nuova sala da concerti? Ostrava la vuole alla Černá louka. Terza università più grande nel paese. La zona inferiore di Vítkovice presto darà il benvenuto al festival Colours. Il mondo della tecnica su di una superficie di 10 mila metri quadri . L‘annesso alla Casa dell’arte chiamata L’ombra bianca. L’università di Ostrava ha iniziato la costruzione del centro di ricerca. Come animare nuovamente la vita nella città? Ostrava ha l’idee chiare. Il triangolo immaginario Nová Karolína - Černá louka – náměstí vuole rendere più attraente con la trasformazione della località Černá louka. Secondo il proggeto dell’atelier olandese Maxwan, la località Černá louka dovrebbe trasformarsi in un quartiere attraente. Lo studio delinea  lo spazio per le costruzioni in un‘area di circa tredici ettari che un tempo era una fiera molto movimentata.  Si prevede  di conservare il padiglione A e il Teatro delle marionette, ma si progetta la demolizione degli odierni garage e degli altri edifici. La priorità per la città rimane sempre  la costruzione della sala da concerti e poi probabilmente della galleria cittadina. In questa località dovrebbero essere  costruiti  complessivamente sette nuovi edifici. Potrebbero servire all’istruzione , abitazione o ad altri scopi che saranno scelti dai singoli investitori privati. Tutti i nuovi edifici costruiti dovrebbero avere dei garage sotteranei.

Secondo lo studio la località Černá louka potrebbe cambiare entro i prossimi 10 anni. Lo studio territoriale sarà presentato ai consiglieri di Ostrava per l’approvazione.

L’insolito cambiamento della località inferiore di Vítkovice ha superato la prima e la più complessa fase. E‘ iniziata la costruzione del Mondo della tecnica  e  in pochi giorni dovrebbe essere avviata anche quella del  Trojhalí.  Mancano solo pochi giorni alla prima grande prova di carico del recentemente modificato aspetto della località inferiore di Vítkovice. Decine di migliaia di persone si avviano al festival ColourofOstrava. Sul posto gli aspettano  dieci ettari di palcoscenici, sperimenteranno l’acustica dell’originario  serbatoio d’acqua che adesso è diventato un’aula multifunzionale Gong. Si riposeranno sul prato, sotto gli alberi e se vorranno potranno provare  il percorso educativo del Forno alto n. 1 recentemente ricostruito.

Attualmente  si sta portando a termine la modifica della quarta centralina energetica al museo interattivo. L’apertura è prevvista per l’autunno. Il mondo della tecnica sarà un singolare spazio di giochi e di esposizioni che avvicinano le leggi della natura e della scienza sia ai piccoli che ai grandi. Il Mondo della tecnica verrà costruito su 10 mila metri quadri per 690 millioni di corone. 571 millioni sarà coperta dal contributo del Ministero dell’istruzione. Che si tratti di un progetto unico lo dimostra anche il fatto che le persone dell‘ associazione Dolní oblast Vítkovice si sono ispirate ai centri simili di tutto il mondo. L’apertura per i primi visitatori è prevvista nel terzo quadrimestre del 2014. Al Mondo della tecnica si ricollega la trasformazione dell’originaria centralina e dell‘elettrocentrale, il cosìdetto Trojhalí (Triplo atrio), il quale dovrebbe partire a luglio, massimo ad agosto di questo anno. Dietro Nová Karolína sorgerà  così una piazza di passaggio con il tetto che sarà adibito ad attività culturali, sportive ed altre. Dovrebbe essere pronto tra un anno. Al massimo a settembre dovrebbero partire i lavori del prolungamento della via Ruská che collegherà la località di Vítkovice inferiore al sistema viario municipale. La trasformazione della parte inferiore di Vítkovice, che dal 2008 è sulla lista del patrimonio culturale europeo, affascina sia i profani che gli esperti nel settore.  Il rinnovamento in atto è fantastico. Nella Repubblica Ceca non ha uguali precedenti.

Nei prossimi anni nascerà qui la terza più grande univerzità del paese che aspira a diventare un centro scientifico di ricerca. L’unificazione delle università Vysoká škola báňská  - Technická univerzita Ostrava e Ostravská univerzita dovrebbe creare un grande occasione nel futuro. La connessione degli indirizzi medici, tecnici e scienze naturali  che l‘università intende realizzare sarà una assoluta rarità nella Repubblica Ceca. Le università lavorano già oggi sui progetti comuni nei settori della scienza e della ricerca. Si sono concentrate sulla biomedicina e sullo sviluppo dell’applicazione sanitaria delle tecnologie scelte. Anche se si lavora intensamente sull’unificazione, la strada è molto impegnativa e finora non esplorata.

In pochi anni la città di Ostrava dovrebbe trasformarsi in un centro dell’arte moderna. A ciò dovrebbe contribuire la costruzione  dell’annesso della Casa d’arte chiamata L’ombra bianca. Eccezionali esposizioni e miliaia di vistatori, sia cechi che stranieri. La Galleria dell’arte a Ostrava (GVUO) batte il record nel numero di visitatori. Questi problemi dovrebbero essere risolti dalla pianificata costruzione dell’annesso  della Casa d’arte. Il GVUO ha illustrato il suo aspetto nella scorsa primavera. Dietro all‘edificio alto nove metri  chiamato L’ombra bianca si cela l’architetto Josef Pleskot.  Grazie ad esso la Casa d’arte ottiene lo spazio neccessario per le esposizioni permanenti, spazi per le mostre temporanee, locali per gli atelier, laboratori ma anche il centro di formazione o la biblioteca. La costruzione di quest’edificio potrebbe essere per Ostrava una singolare opportunità di diventare nuovamente, dopo 85 anni, la bandiera dell’arte nella Repubblica ceca.

L’università di Ostrava ha iniziato la costruzione del centro di ricerca per 350 milioni di corone. Lunedì l‘università di Ostrava ha inizito la costruzione del centro scientifico multidisciplinarepresso la facoltà di medicina. Il termine della costruzione del centro per più di 350 millioni di corone è programmato per l’anno 2014. Il nuovo centro includerà laboratori, centro dati, spazi per i seminari, aule, un supporto tecnologico per lo sviluppo della medicina e delle discipline annesse come sociologia e scienze naturali e ricerca. Verrà costruito presso la facoltà di medicina ad Ostrava-Vítkovice, nel padiglione della dismessa ex clinica ostetrica dell’ospedale di Zábřeh.